Melbourne (askanews) - Una incredibile, quanto fondamentalmente innocua, "ondata di panico" sta letteralmente invadendo le strade e le case della cittadina di Wangaratta, 250 km a nord est di Melbourne, in Australia.Si tratta dei residui pelosi di una pianta parassita, conosciuta appunto con l'evocativo nome di "Panicum effusum" o anche "panico peloso" che vengono spazzati dal vento nei mesi caldi e secchi dell'estate australiana, accumulandosi a volte fino a raggiungere 3 o 4 metri d'altezza.Gli abitanti sono piuttosto abituati a questo fenomeno fastidioso ma quest'anno c'è stata un'ondata senza precedenti che ha spinto molti di loro a vere e proprie lotte contro il tempo per evitare che i cortili delle proprie abitazioni restassero soffocate... in preda al panico.(Immagini Afp)