Canberra (askanews) - La mattanza delle balene è ricominciata e in tanti si stanno mobilitando per salvare i grandi cetacei. L'Australia s'è detta "estremamente delusa" dalla decisione del Giappone di riprendere la caccia alla balena nell'Oceano antartico. Una dura dichiarazione è stata formulata dal primo ministro Malcolm Turnbull, nell'imminenza di colloqui col premier nipponico Shinzo Abe.La flotta di baleniere giapponesi dovrebbe navigare questo mese nell'Oceano antartico dopo un anno di pausa. Questa decisione ha provocato la protesta formale di 33 paesi, a partire da Australia e Nuova Zelanda. Nella prima visita in Giappone del capo del governo di Canberra si discuterà di diversi argomenti, dalla cooperazione nella difesa all'economia, ma la questione balene è comunque in agenda. "Noi riconosciamo che questo è un punto sul quale c'è una differenza di opinioni", ha detto Turnbull. E ha aggiunto che nonostante Giappone e Australia siano "buoni amici", le due parti "saranno franche sulle differenze di opinione che verranno poste sul tavolo e cercheranno di risolverle".(immagini Afp)