Londra, (TMNews) - L'austerity spaventa gli inglesi. Il governo ha in previsione decisi tagli all'assistenza sociale, i cosiddetti benefit che danno agevolazioni per la sanità, la casa, i bambini. Il timore è che la stretta colpisca i più deboli fra i deboli in un Paese già alle prese con 13 milioni di persone che vivono in condizioni di povertà relativa."Stiamo dando via più di mezza tonnellate di cibo a settimana. A Natale abbiamo regalato 3 tonnellate in 3 giorni" racconta Elizabeth Maytom della Trussell Trust's Norwood Broxton foodbank, associazione che interviene in casi di emergenza, assicurando cibo per tre giorni a chi ne ha bisogno."Se non fossi venuta qui non sarei stata in grado di procurare un pasto per i miei figli - dice una donna che preferisce non far conoscere la sua identità - Sarebbero dovuti rimanere senza cibo per tre giorni ed è difficile dire ai tuoi piccoli la mamma non può darti da mangiare".La situazione non farà che peggiorare secondo le associazioni benefiche come la Trussell Trust, presieduta da Chris Mould. "E' certo come il fatto che la notte segue il giorno che vedremo molte più persone in crisi, per questo siamo delusi dalla decisione del governo di aumentare i fondi per i benefit solo dell'1% per i prossimi 3 anni".Una posizione su cui concordano anche i sindacati inglesi secondo cui nei prossimi due anni più della metà dei bambini inglesi, 7 su 13 milioni, vivranno al di sotto della soglia di povertà.(Immagini Afp)