Milano, (TMNews) - Il cammino della Birmania verso la democrazia è ancora lungo, nonostante gli sforzi della comunità internazionale. A dirlo è stata la leader dell'opposizione Aung San Suu Kyi da Berlino dove è stata invitata per ritirare il premio Willy Brandt nella sede dell'Spd."La Birmania non è ancora una democrazia - ha dichiarato - Noi abbiamo avuto l'opportunità di costruire una società democratica, ma non ne abbiamo ancora costruita una. Proprio perché abbiamo avuto un'occasione e ora abbiamo la possibilità di scegliere, siamo nel periodo più delicato e pericoloso nel percorso dell'evoluzione".Il premio Nobel per la pace ha sottolineato la difficoltà di costruire una cultura democratica, ancora prima del sistema, e tira inca usa direttamente il govenro."Solo perché si cambiano i vestiti e si passa dalle uniformi militari agli abiti civili non significa che siano cambiate le mentalità".(Immagini Afp)