Roma, (askanews) - C'è grande attesa per la visita di Barack Obama in Kenya. Il paese teatro di frequenti attacchi terroristici e dove è nato il padre del presidente degli Stati Uniti, ha alzato al massimo il suo livello di sicurezza.Il dipartimento di Stato statunitense ha avvertito i connazionali di fronte al rischio di attentati in occasione del viaggio di Obama e in particolare durante il suo intervento a una conferenza a Nairobi.Ma sentiamo gli umori dei keniani, come questo autista di bus: "La sicurezza è stata rafforzata, si notano in giro anche le guardie carcerarie, sappiamo che è un bene", ha detto Samuel Mato.Per la guida turistica Maurice: "Non stiamo prendendo alla leggera la sicurezza del presidente e non permetteremo a nessuno di rovinare un'occasione così importante".Per Lina, impiegata di banca "Obama si sentirà al sicuro. Abbiamo fatto molti sforzi per combattere il terrorismo in Kenya".Infine Peter Karoro, l'autista di un bus speciale, che andrà ad accogliere Obama all'aeroporto e si unirà al convoglio presidenziale: "Questo è l'unico matatu con le immagini di Obama, Abraham Lincoln e Martin Luther King e piace molto alla gente"...Dopo Nairobi, Obama farà tappa ad Addis Abeba. "La mia speranza è di far passare il messaggio che gli Stati Uniti sono un partner forte, non solo per il Kenya, ma per tutta l'Africa sub-sahariana", ha detto Obama.(immagini Afp)