Johanessburg (TMNews) - Colpevole o innocente. Mancano poche ore al momento in cui il giudice sudafricano Thokozile Masipa decreterà definitivamente quale sarà il futuro di Oscar Pistorius, campione paralimpico accusato di aver ucciso la sua fidanzata Reeva Steenkamp il 14 febbraio del 2013. In caso di condanna per omicidio premeditato Pistorius rischia fino a 25 anni di carcere. Il punto non è se abbia sparato o meno, ma l'intenzione: secondo l'accusa è stato omicidio volontario, secondo la difesa si è trattato di un incidente, l'atleta africano avrebbe sparato convinto che un intruso fosse entrato in casa.Il processo è andato avanti per 5 mesi, ha avuto un'enorme eco mediatica e ha svelato debolezze e lati oscuri del giovane sportivo. Ora, comunque vada a finire, la favola dell'atleta senza gambe che si riscatta attraverso lo sport, modello positivo di chi ce la fa nonostante tutto, è distrutta per sempre.