Washington (TMNews) - "Un atto di terrorismo"; per la prima volta, quasi 24 ore dopo l'attentato alla maratona di Boston, costato la vita a 3 persone, tra cui un bimbo di 8 anni, il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, parlando alla Nazione, ha ammesso che le esplosioni in Massachusetts hanno una matrice terroristica."Ogni volta che vengono usate bombe contro dei civili innocenti - ha continuato Obama - si tratta di terrorismo, tuttavia noi non sappiamo ancora chi è stato né i motivi per cui quest'attacco è stato compiuto".Il presidente americano ha ricordato il piccolo Martin Richard il bimbo di 8 anni morto nell'attentato e ha ringraziato tutte le forze dell'ordine e i volontari, uomini e donne, impegnati con "eroismo, amore e generosità" nei soccorsi. Poi ha concluso invitando tutti gli americani a restare vigili e a collaborare con gli investigatori inviando all'Fbi foto e filmati che potrebbero essere utili a far luce sull'attentato.