Roma, (askanews) - Una grande catena di solidarietà è scattata tra la gente francese all'indomani dei terribili attentati che hanno colpito Parigi, provocando oltre 120 morti e 200 feriti. Il freddo e anche tre ore di attesa non hanno scoraggiato numerosi volontari pronti a donare il proprio sangue come un gesto di solidarietà per i feriti degli attentati."Abbiamo bisogno di tutti i gruppi sanguigni", afferma Michelle Villemur, responsabile del polo est del dipartimento francese di donatori di sangue."E' l'unica cosa che possiamo fare - dice Pauline, questa donna parigina - siamo scioccati da quello che è successo, tristi e donare il sangue è il minimo che possiamo fare"."Vivo da dieci anni a Parigi, e non ho parole per spiegare come mi sento - afferma Adriana, messicana residente a Parigi - è la sensazione che questo può accadere a tutti"."Non abbiamo bisogno urgente di donatori di sangue - dice il dottore Philippe Bierling, direttore del dipartimento francese di donatori di sangue dell'Ile de France - abbiamo delle scorte che ci permettono di rispondere ai bisogni. Ma abbiamo bisogno di donatori la settimana prossima e fra quindici giorni per ripristinare le scorte".