Milano (askanews) - Sono due le vittime italiane dell'attacco a Barcellona. Si tratta di Bruno Gulotta di Legnano, alle porte di Milano, e di Luca Russo, di Bassano del Grappa.

Entrambi sono stati investiti dal furgone lanciato a velocità sostenuta sulla Rambla, la principale via della città catalana, una folle corsa che ha fatto 13 vittime accertate e decine di feriti.

Gulotta, 35 anni, si trovava in vacanza a Barcellona con la sua famiglia, la moglie e i due figli piccoli. Il primo annuncio della morte dell'italiano è arrivato dall'azienda in cui lavorava, Tom's Hardware, con un post sulla propria pagina internet, peraltro listata a lutto.

L'altra vittima italiana è Luca Russo, 22 anni, di Bassano del Grappa, laureato in Ingegneria a Padova. Si trovava nel capoluogo catalano con la fidanzata, rimasta ferita nell'attacco. Sul profilo Facebook del ragazzo sono già decine i messaggi di saluto da parte degli amici, ancora increduli per la perdita di Luca.