Milano (TMNews) - Un vero e proprio assalto alle casse pubbliche. E' la desolante situazione emersa dai dati diffusi dalla Guardia di Finanza che riassumono il lavoro di questi primi 7 mesi del 2013. Si parla di almeno 12.500 interventi a tutela della spesa pubblica eseguiti in tutta Italia, da Nord a Sud, da Merano a Catanzaro.Sono stati scoperti danni erariali e sprechi per 1 miliardo e mezzo di euro, a causa di oltre 3.300 persone che hanno sperperato o comunque gestito malamente il denaro pubblico; in 8.000 invece hanno truffato lo Stato per un totale di 1 miliardo di euro, altri 3.000 hanno intascato soldi che non gli spettavano fingendosi falsi invalidi o indebitamente beneficiari di pensioni e assegni assistenziali..Dall'inizio dell'anno sono stati sequestrati ai responsabili delle frodi alle erogazioni pubbliche beni per oltre 200 milioni di euro, oltre il 40% in più rispetto all'anno precedente, almeno una parte di denaro viene così restituito alle già provate casse pubbliche e al resto dei cittadini italiani.