Damasco (TMNews) - La festa di Eil-al-Adha, che segna l'inizio del mese del pellegrinaggio alla città santa della Mecca per in fedeli musulmani, è l'occasione di una delle rare apparizioni pubbliche del presidente siriano Bashar al Assad. La tv di Stato mostra il presidente mentre prega nella moschea di Nuaman ben Bashir a Damasco accanto alle autorità politiche e religiose, compresi alcuni componenti del governo.Durante la predica la massima autorità religiosa di Damasco, Adnan Afyouni, ha criticato la comunità internazionale per aver sostenuto la rivolta contro il regime di Assad, iniziata nel 2011, e dunque il terrorismo. "L'Occidente e i suoi alleati arabi hanno deciso di trasformare il nostro Paese in un campo di battaglia".Damasco rimane sotto il controllo del governo, ma attorno la capitale si registrano scontri frequenti tra le forze governative e i ribelli. Secondo le stime sono più di 180mila i morti di tre anni di conflitto siriano, da marzo 2011.(immagini Afp)