Rho (askanews) - Per Maurizio Arrivabene, team principal della della scuderia Ferrari di Formula 1, "il futuro di Raikonen è nelle sue mani". Lo ha detto a Expo 2015 riferendosi alle voci di un futuro lontano da Maranello per il pilota finlandese. "Marchionne è stato chiaro come sono sempre stato chiaro anche io: il futuro di Raikonen è nelle sue mani" ha ribadito il numero uno della scuderia del Cavallino rampante.Quanto al futuro incerto del gran premio di Monza Arrivabene ha aggiunto: "Noi non siamo coinvolti nelle decisioni che riguardano il gran premio d'Italia. Certo, il Gp d'Italia è Monza, l'abbiamo detto tante volte. Qualcuno al Mugello si è arrabbiato, in realtà il Mugello è una pista molto tecnica, ma il Gp d'Italia è Monza". Un riferimento alle frasi dello stesso Arrivabene che aveva già escluso, nei giorni scorsi, un possibile trasloco del Gp d'Italia nell'autodromo toscano.In omaggio alla visita del bresciano Arrivabene all'esposizione universale il Sistema Brescia, raggruppamento di imprese bresciane, ha portato sul Decumano di Expo 2015 due auto simbolo dell'eccellenza del Made in Italy nell'automotive: unastorica Millemiglia O.M. 469 S del 1930, costruita come esemplare unico e donata a Benito Mussolini, e la Ferrari F14-T.