Milano, (askanews) - Divertirsi si può, senza mettere a rischio la propria salute e la vita degli altri. E' il messaggio rivolto ai giovani della campagna di prevenzione ed educazione "Riprendiamoci il divertimento" creata dall'associazione dei Giovani Professionisti italiani e finanziata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri.Obiettivo dell'iniziativa, patrocinata dal Consiglio di Regione Lombardia, è quello di rendere i giovani protagonisti consapevoli delle scelte di comportamento. L'equazione divertimento uguale sballo è un falso convincimento, dettato più da mode e conformismi che dalla ricerca di un autentico star bene con gli altri. Il vicepresidente del Consiglio Regionale lombardo, Sara Valmaggi. "E' una iniziativa importante perchè ha un rilievo nazionale e ha un obiettivo che è quello di far arrivare ai giovani un messaggio e cioè che è possibile divertirsi senza sballare. E' importante che sia fatta direttamente nei luoghi del divertimento e che il messaggio sia veicolato da persone che i giovani possono riconoscere come modelli senza però essere i genitori o gli adulti di riferimento".La campagna prevede cinque serate in altrettante discoteche. Il quarto appuntamento è per sabato 16 Aprile al Lime Light di Milano. Ai giovani frequentatori della notte saranno proposte esperienze di divertimento sano, nonchè la possibilità di sperimentare un percorso ebbrezza, dove attraverso appositi occhiali sarà possibile testare l'impatto che hanno gli alcolici sulla vista e, su base volontaria, effettuare un alcol test. Testimonial della serata la iena Dino Giarruso.