Roma, (askanews) - Parigi si prepara ad aprire la stagione balneare. Come ogni anno è arrivata la sabbia che sarà sistemata lungo le rive della Senna per la tradizionale "Paris Plages", un appuntamento ormai irrinunciabile per i parigini che non possono andare in vacanza, ma anche un'attrazione per turisti che va avanti dal 2002, dove ci si abbronza, ci si diverte, si fa sport e ci si rinfresca.Dal 20 luglio a oltre la metà di agosto, lettini, sdraio e ombrelloni vengono sistemati lungo le rive del fiume, lungo tratti diversi, accanto a fontane, piscine, docce, campi da volley, bar, piccoli giardini con palme. Spiaggette artificiali dove fare sport da mattina a mezzanotte, partecipare a tornei, eventi, mostre, intrattenimento per grandi e piccini, concerti e serate danzanti, immaginando di essere al mare.La sabbia arriva lungo il fiume, spiega Jean Paul Chaignon, direttore aggiunto del gruppo Lafarge."E' un tipo di sabbia molto fina, e molto pulita. E' la sabbia con cui potremmo tranquillamente costruire la citta di Parigi al giorno d'oggi"."La portiamo con le navi lungo il fiume, è riciclata, ma dipende dagli anni: può essere presa da parchi, giardini, centri ippici, oppure è sabbia che viene usata per altri scopi".Quello che è certo, ormai, è che i parigini non possono fare più a meno del loro angolino marino in città.(Immagini: Afp)