Roma, (askanews) - E' stato arrestato in Thailandia, alla frontiera con la Cambogia, un secondo sospettato per l'attentato di Bangkok del 17 agosto scorso, che aveva provocato 20 morti e oltre 120 feriti, davanti al santuario Erawan, frequentato da molti turisti soprattutto cinesi. A riferirlo è stato il premier thailandese, precisando che si tratta di "uno straniero", ritenuto un sospettato di "primo piano".Secondo gli inquirenti, potrebbe trattarsi dell'uomo che ha piazzato la bomba lasciando uno zaino e poi fuggendo poco dopo. Dalle immagini il giovane indossava una t-shirt gialla.La polizia thailandese aveva fatto sapere di essere sulle tracce di due persone per la strage: una donna - identificata come Wanna Suansan - e un uomo le cui generalità non erano state rese note. Nella foto mostrata dalla polizia la donna indossa un hijab.