Roma, (TMNews) - A volto coperto entrano in supermercati e farmacie sempre con la stessa dinamica: il primo rapinatore minaccia con un coltello il cassiere e si fa consegnare il contante, anche se di poche centinaia di euro, mentre il complice con una pistola tiene a bada gli altri clienti, e poi fuggono a bordo dello stesso scooter. I due quarantenni romani, responsabili di una cinquantina di rapine lampo messe a segno nella capitale nei quartieri Testaccio, Monteverde e San Paolo negli ultimi mesi, sono stati arrestati dalla polizia.Al momento del controllo nel sottosella della moto, risultata rubata, è stato trovato il materiale utilizzato dai due per mettere a segno le rapine. I due hanno preso di mira lo stesso esercizio a volte con cadenza settimanale, ed in alcuni casi anche 2 volte nell arco della stessa giornata.