Cosenza (askanews) - Arrestate due persone per il triplice omicidio del 16 gennaio 2014 a Cassano allo Jonio in provincia di Cosenza nel quale morirono il piccolo Nicola Junior Campolongo, chiamato "Cocò", il nonno Giuseppe Iannicelli e la sua compagna Ibtissam Touss. I loro corpi vennero trovati carbonizzati all'interno di un'autovettura dopo essere stati uccisi con diversi colpi di pistola.Gli arrestati, Cosimo Donato, 38 anni, e Faustino Campilongo, 39 anni, erano già detenuti per traffico di droga. I Militari dell'arma hanno riferito che il piccolo Cocò veniva usato dal nonno come scudo per dissuadere i suoi nemici dal compiere agguati nei suoi confronti.L'efferato omicidio di "Cocò" aveva suscitato l'attenzione di Papa Francesco.