Cleveland, (TMNews) - Il procuratore dell'Ohio Timothy McGinty, vuole chiedere la pena di morte per Ariel Castro, l'uomo che ha rapito e segregato per 10 anni tre donne a Cleveland. "La pena di morte è riservata per i criminali più depravati, che commettono omicidio aggravato nel corso di un rapimento. In questo caso, ha detto il procuratore, si potrebbero considerare omicidi gli aborti violenti a cui ha forzato una delle tre vittime".I capi di imputazione per Castro, ha aggiunto McGinty, potrebbero essere centinaia se non migliaia. L'uomo è stato incriminato formalmente, con una cauzione da 8 milioni di dollari, due milioni per ognuna delle sue vittime: le tre donne rapite e la bambina di sei anni nata da una di esse e cresciutain cattività. Castro nel corso del primo interrogatorio avrebbe confessato rivelando diversi particolari della vicenda.