PyeongChang (askanews) - "Io cerco sempre di migliorarmi ogni anno, cerco sempre di trovare quel qualcosina in più nel quale so che posso migliorare e mi concentro su quello. Quest'anno è stato proprio questo l'obiettivo: puntare sulle piccole cose che potevano darmi quel 4-5% in gara per rendere di più e così è stato". Arianna Fontana, vincitrice di tre medaglie alle Olimpiadi invernali di PyeongChang, è tornata a Casa Italia per festeggiare il bronzo dei 1000 metri nello short track, sua ottava medaglia olimpica in totale.

"I coreani - ha aggiunto la campionessa - sono sempre stati quelli più forti in questo sport, sinceramente adesso ci sono anche tanti atleti europei che stanno crescendo, si è visto anche nei 1000 metri con l'olandese. Stiamo tutti pian piano dicendo la nostra per fargli capire che non ci sono solo loro, che lo short track non è proprio solo casa loro, ma che ci siamo anche noi".

"Non bisogna mai mollare - ha concluso Arianna - non bisogna mai pensare che sia finita anche se per caso rimani nelle retrovie, come si è visto può succedere sempre di tutto e bisogna essere sempre pronti a cogliere la situazione e prendere il gioco in mano".