Buenos Aires (TMNews) - In Argentina il "Fronte per la vittoria", la formazione peronista di centro-sinistra della presidente Cristina Kirchner attualmente al governo, ha conservato la maggioranza assoluta in Parlamento al termine delle elezioni legislative. Ma i partiti di opposizione hanno guadagnato terreno e si sono imposti in cinque delle maggiori province del Paese. Il vice-presidente Amado Boudou non nasconde comunque la soddisfazione."Continueremo a proteggere i posti di lavoro, la produzione, continueremo ad adeguare le pensioni all'inflazione, proseguiremo le campagne di vaccinazione. In una parola, continueremo a costruire questo sogno collettivo che si chiama Patria, che si chiama Cristina".Ma secondo il ministero degli Interni nella provincia di Buenos Aires, la più importante e popolosa del Paese con il 40% dell'elettorato nazionale, il "Fronte per la vittoria" è stato sconfitto dal "Fronte rinnovatore" del peronista dissidente Sergio Massa. Il 41enne leader emergente, che punta a vincere le presidenziali del 2015, ha sconfitto con 12 punti di vantaggio il candidato della Kirchner. Anche nella provincia industriale di Cordoba si è imposta un'altra formazione peronista dissidente, mentre i socialisti sono arrivati in testa nella provincia di Santa Fe.L'affluenza al voto è stata del 75% e per la prima volta hanno votato anche i sedicenni: "Sono riconoscente al progetto nazionale e popolare e a Cristina che ha dato ai giovani di 16 anni la possibilità di esprimersi".Ora tutto è rimandato alle presidenziali del 2015.(Immagini Afp)