Roma, (askanews) - Puntuale all'avvio della campagna elettorale, la leader dell'opposizione birmana Aung San Suu Kyi ha esortato in un video-appello la comunità internazionale a vigilare sulle elezioni politiche in Birmania che rappresentano, secondo la premio Nobel per la Pace, un "vero cambiamento politico" per il paese asiatico. "Le elezioni politiche che si terranno in Birmania l'8 novembre - ha detto - saranno un punto di svolta cruciale per il nostro paese". "Per la prima volta da decenni, la nostra gente avrà davvero la possibilità di apportare un reale cambiamento. E' un'opportunità che non possiamo farci scappare", ha aggiunto la leader della Lega nazionale per la democrazia (Lnd).Parlando di una "transizione dolce" che aiuterà a portare il paese verso la democrazia, senza possibilità di tornare indietro, Suu Kyi, che è stata agli arresti domiciliari per circa 15 anni, ha chiesto alla comunità internazionale: "Per favore aiutateci, vigilando su quanto accade prima delle elezioni, durante le elezioni e in modo particolare dopo le elezioni".Più di 30 milioni di birmani sono chiamati alle urne il prossimo 8 novembre e per molti di loro queste sono le prime libere elezioni a cui partecipano dopo decenni di dittatura militare. Il partito di Suu Kyi, che ha boicottato le ultime elezioni, neanche a dirlo è dato come favorito. Dal 2011 l'attuale Myanmar è guidato da un governo semi-civile.(immagini Afp)