Roma, (askanews) - Bono ospite d'eccezione a Expo. Il leader degli U2, in Italia per i due concerti a Torino, ha partecipato a un evento per promuovere il World Food Programme, insieme al presidente del Consiglio Matteo Renzi."Ciao, bella gente".Parlando della fame nel mondo e della povertà, Bono si è detto "assolutamente convinto" che siano due problemi risolvibili."C'è già abbastanza cibo disponibile per nutrire il mondo, il problema non è la mancanza di cibo nel mondo, ma la mancanza di volontà di ridistribuire il cibo".Poi, parlando di migranti, ha chiarito:"Non sono migranti, non dobbiamo chiamarli così, migranti è una parola politica. Il nome giusto è rifugiati, sono persone che fuggono da guerre, che lasciano la propria casa non perché vogliono cambiare paese ma perché non hanno alternative".Renzi ha condiviso le parole di Bono e ha sottolineato come la lotta alla fame e alla povertà siano il motivo per cui si fa politica. L'italia, ha detto, negli ultimi anni non si è impegnata abbastanza nella cooperazione internazionale."L'impegno che prendiamo da qui al 2017 è tornare al quarto posto nella classifica dei Pesi del G7 per cooperazione internazionale. No scuse, ritorniamo al nostro posto".E sui migranti:"Non basta commuoversi quando vediamo quelle immagini di quel bambino, che potrebbe essere nostro figlio, è giusto commuoversi ma bisogna mettersi in movimento".