Parigi (askanews) - Arrestato in Francia il comico Dieudonnè, con l'accusa di apologia del terrorismo. La magistratura aveva aperto un'inchiesta sul noto polemista dopo che sulla sua pagina Facebook aveva scritto: "Je me sens Charlie Coulibaly", mi sento Charlie Coulibaly, parafrasando polemicamente lo slogan "Je suis Charlie", diventato il tormentone di solidarietà al settimanale satirico "Charlie Hebdo", vittima del sanguinoso attentato islamista del 7 gennaio. Dieudonnè, al contario, ha citato il nome del terrorisita dell'Isis Amedy Coulibaly, che ha ucciso quattro ebrei nell'attacco del 9 gennaio scorso a un supermercato kosher a Parigi.