Terni, (TMNews) - Offese, schiaffi e percosse. Gli anziani di casa di riposo in provincia di Terni subivano di tutto. E i maltrattamenti sono stati documentati dalle immagini acquisite dalla Guardia di finanza. Le fiamme gialle hanno arrestato il gestore di una residenza ed altri 3 operatori sanitari, tra cui un'infermiera con l'accusa di maltrattamento. A denunciare quanto avveniva nell'ospizio sono state alcune persone che vi lavoravano.I pazienti, spesso non autosufficienti, venivano derisi, schiaffeggiati, presi a morsi e per i capelli. In altri casi erano sottoposti ad una sorta di supplizio cinese. Ogni minuto una botta in testa, magari leggera, ma ripetuta decine di volte per un'ora, un'ora e mezzo. Alcuni di loro erano richiusi nella propria stanza, senza possibilità di uscire o poter parlare con nessuno. Gli investigatori hanno posto in rilievo il caso di una donna malata di Alzheimer e lasciata libera di andare ovunque. La signora, una volta caduta, si sarebbe rotta il femore.La struttura di assistenza è stata sequestrata ed affidata ingestione alla Asl.