Londra (askanews) - C'è Aung San Suu Kyi. Ma anche Adele e Taylor Swift: sono alcune delle donne ritratte da Annie Leibovitz e in mostra a Londra all'esposizione "Women: new portraits". In una ex centrale idrica dismessa la celebre fotografa americana ha presentato il suo nuovo lavoro che si ricollega a un progetto di ritratti femminili realizzzato quindici anni fa. Ma il primo pensiero è dedicato ad un uomo: David Bowie"E' stato un grande artista visivo, molto creativo, l'ho fotografato due o tre volte spontaneamente - ricorda - ma non abbiamo mai organizzato una sessione. Quando un grande come lui viene a mancare non posso che lamentarmi dell'occasione perduta".Per un un'occasione perduta, tante invece portate a compimento. Come il ritratto di Caitlyn Jenner, l'ex campione olimpico americano diventato donna. Appeso a una parete, un post it col nome Malala, forse un appunto per un futuro servizio fotografico. Ma è un'altra la donna che desidererebbe di più: Angela Merkel"Probabilmente oggi è la donna più importante del mondo", spiega.Maestra dei set fotografici, Leibovitz non disdegna le foto digitali, instagram e i selfie."Usare la mia macchina mi ha permesso di scoprire il mondo - dice - E questo accade anche tra i giovani che fanno foto dagli smartphone. Poi i selfie, sono come un gioco. Questo è un grande momento per la fotografia", conclude Leibovitz. La sua nuova mostra dopo Londra farà il giro del mondo con tappe a New York, Hong Kong e Istanbul.(immagini AFP)