Firenze (askanews) - "Questo è un periodo di mode anche perché veniamo bombardati da tv e spettacoli. Una volta c'erano i calciatori e le soubrettes, oggi abbiamo i masterchef che ci dicono cosa mangiare, cosa mangiare a pranzo, a cena, fanno dei connubi strani di dolci, carboidrati con grassi spesso anche saturi e in grande quantità." Così il presidente dell'Anmco, Michele Gulizia. "Non esiste mai una dieta sbilanciata - avverte - bisogna sempre bilanciare una certa quantità di oligoelementi, di minerali, di amminoacidi, di vitamine soprattutto. Bisogna favorire l'utilizzo di cereali, frutta e verdura, ridurre le carni rosse. Il pesce, soprattutto se bollito, 400 grammi due volte la settimana è dimostrato che riduce l'insorgenza di malattie cardiovascolari e l'aterosclerosi. Se poi compriamo il pesce a buon mercato, come quello azzurro e le alici, che sono ricchi di colesterolo hdl, abbiamo fatto l'en plein."