Milano, (askanews) - Una danza popolare che attira l'attenzione dei visitatori con suoni e colori, un tuffo nelle atmosfere dell'Africa: ancora prima di entrare nel padiglione dell'Angola a Expo Milano 2015 si capisce che qui le donne sono protagoniste. I loro volti e le loro voci, con l'aiuto della tecnologia, avvolgono la struttura centrale del padiglione, ispirata all'albero di Baobab: da qui parte un viaggio alle origini dell'alimentazione, alla scoperta della campagna e del mare dell'Angola attraverso pesca, allevamento e agricoltura. La Commissaria Generale dell'Angola e presidente dello Steering Committee per Expo, l'ingegnere Albina Assis Africano. "Abbiamo scelto il tema 'Cibo e cultura', perchè le donne sono collegate al cibo in ogni momento e a tutti i livelli. Sono loro a occuparsi di agricoltura nel mio Paese, sono dunque le responsabili della nutrizione oltre che dell'istruzione dei bambini"."Le donne sono coinvolte in moltissime attività che riguardano il cibo, per questo nel nostro padiglione c'è un'attenzione speciale nei loro confronti". Donna è anche l'architetto Paula Nascimento, premio Speciale arcVision Prize WE-Women for Expo: ha progettato un padiglione che nelle geometrie della facciata ricorda i tessuti tipici locali."Le donne hanno un ruolo chiave nello sviluppo del Paese. Nel padiglione ci sono piloti, insegnanti, medici, imprenditrici e ingegneri, architetti e stiliste. Sappiamo che Expo già dalla preparazione ha messo in luce il ruolo della donna, con iniziative come Women for Expo: questa idea, collegata con la condizione della donna nel nostro Paese, ci ha fatto creare il Baobab delle donne"."Se parlo del mio Paese posso confermare il ruolo centrale delle donne, moltissime sono al governo e in Parlamento. Questo è molto importante perchè sono sensibili sulla situazione della gente, hanno un ruolo centrale nella società per migliorare la condizione in Africa. Vale per tutto il mondo ma ne abbiamo ancora più bisogno dell'Europa: l'Africa ha bisogno della forza delle donne per migliorare la qualità della vita delle persone".