St. Louis (TMNews) - Le proteste della comunità afroamericana a Ferguson non si fermano e ancora una volta centinaia di persone sono scese in piazza nonostante il coprifuoco. La rabbia dei manifestanti è molta, aumentata dalla diffusione di un video sulla morte di Michael Brown, il 18enne colpito dalla polizia, e anche dalla notizia della morte di un altro ragazzo nero per mano dei poliziotti a St. Louis. Alle manifestazioni però, questa volta, le forze dell'ordine hanno deciso di rispondere con una strategia più morbida, rinunciando al lancio di lacrimogeni e cercando il dialogo con le persone scese in piazza. Un piccolo passo, che però si inserisce nel solco delle richieste fatte anche dal presidente Obama, che in più occasioni ha criticato l'eccessivo uso della forza da parte della polizia.