Milano, (TMNews) - Il ritratto di Chavez campeggia in bella vista sotto il suo gazebo, rigorosamente rosso in onore del suo ex presidente venezuelano. Qui Ana Urdaneta tutti i giorni dal 2002 taglia i capelli ai suoi clienti, con prezzi rigorosamente popolariNoi lottiamo per la rivoluzione da quando arrivò il comandante nel 1992. Ebbi un'idea, come dice Simon Bolivar "inventa qualcosa, o fallisci o hai successo", poi mi sono detta voglio fare qualcosa di utile per i più anziani, io mi sono sempre occupata di assistenza agli anziani".Nel suo salone improvvisato vicino a un parcheggio di moto a Caracas Ana ha bisogno di pochi strumenti, spazzola, forbici e un piccolo specchio per consentire ai clienti di ammirare il lavoro finale. Del resto solo riducendo i costi può offrire prezzi popolari."I prezzi sono economici. E' normale che salone, che deve pagare le tasse, non possa fissare gli stessi prezzi che ho io. Qui io ho uno spazio che allestisco la mattina e richiudo quando vado via. E' ovvio che non posso fare gli stessi prezzi degli altri".Ana però non è solo una parrucchiera rivoluzionaria. A sessant'anni sta per completare i suoi studi in legge in una università statale. Al mattino, dalle otto a mezzogiorno si dedica ai capelli dei suoi clienti, poi nel pomeriggio si concentra sui manuali di diritto. Il suo sogno è specializzarsi in diritto tributario. Come ricorda una vecchia trasmissione televisiva, non è mai troppo tardi.(Immagini Afp)