Roma, (askanews) - Corteggiamenti, imprevisti e sofferenze amorose. Gioie e dolori della vita di coppia, seguendo quattro famiglie molto diverse che abitano in un nuovo condominio, con relative vicissitudini e intrecci tra vicini. Dal primo giugno arriva in prima serata su Canale 5 la serie "Matrimoni e altre follie" diretta da Laura Muscardin. Dodici serate estive, tanto che è stata già ribattezzata il "tele-cocomero", su cui Mediaset punta per offrire al pubblico un prodotto leggero e divertente in un periodo solitamente poco ricco per programmazione. C'è la famiglia allargata con Nancy Brilli, i due ex-mariti, le tre figlie e il nuovo compagno Massimo Ghini; ci sono coppie giovani di fresca convivenza, coppie collaudate, un sexy-chef, la romantica che si innamora di un gay... Un ricco cast che annovera tra gli altri Giulio Berruti, Chiara Francini, Simone Montedoro, Michele La Ginestra, a cui si sono aggiunti ospiti come Adriano Panatta nei panni di se stesso.

La presentazione si è trasformata in una festa di matrimonio tra Brilli e Ghini, vestiti a nozze. Nella vita sono stati davvero sposati e hanno ricordato:

"Non abbiamo avuto niente del genere perché il nostro matrimonio si è svolto sotto uno stemma della Lazio con lui che bestemmiava in cipriota...".

"Io sono arrivato con 45 minuti di ritardo".

Commedia, ma secondo Brilly anche realtà: "I nuclei familiari adesso non sono fatti da papà, mamma e figli, ma da tutti quelli che si vogliono bene, per cui il matrimonio viene preso dove c'è. Primi, secondi mariti, figli di secondo, terzo letto. Questo noi rappresentiamo e un po' questo somiglia anche a me, nella mia vita è successo molto".

A fare il cuoco, è stato chiamato il sex-symbol Giulio Berruti: "Lo fa con un canale su youTube, solo che non è bravo a cucinare, quindi decide di cucinare nudo per attirare l'attenzione". "E' stato divertente anche improvvisarsi in cucina, io che sono assolutamente pessimo, vado forte solo con la pasta con il tonno".