Lagos, (TMNews) - Le forze di sicurezza nigeriane non hanno agito, nonostante un preavviso di almeno quattro ore, per impedire il raid dei jihadisti di Boko Haram nella scuola di Chibok, in cui a metà aprile sono state rapite oltre 240 ragazze. Questa la pesante accusa mossa da Amnesty International."Amnesty International ha avuto conferma del fatto che il quartier generale militare di Maiduguri era al corrente dell'imminenza dell'attacco subito dopo le 19 del 14 aprile, quasi quattro ore prima che Boko Haram lanciasse l'assalto alla città", ha denunciato l'ong. Tuttavia, l'esercito non sarebbe riuscito a mettere insieme le truppe necessarie per fronteggiare l'attacco "a causa delle scarse risorse e della paura di fronteggiare un gruppo armato meglio equipaggiato"."Il fatto che le forze di sicurezza, pur sapendo dell imminente raid e avendo quattro ore di tempo a disposizione, non abbiano preso immediate misure per fermarlo, non farà altro che aumentare l indignazione nazionale e internazionale per l orribile crimine in atto", ha sottolineato il direttore di Amnesty per l Africa.