Washington (askanews) - Qualche tensione, nel rapporto tra Cina e Stati Uniti rimane, soprattutto su temi spinosi come il cyberspionaggio. Però ci sono anche importanti passi avanti, come l'impegno cinese sul taglio delle emissioni nocive nell'atmosfera, per combattere l'inquinamento e il Global warming. È questo, in sintesi, il bilancio dell'incontro a Washington tra il presidente cinese, Xi Jinping e quello americano, Barack Obama."Oggi il presidente Xi e io ci siamo accordati per ampliare la cooperazione dei nostri Paesi - ha detto Obama - so che in ciascuno di essi e in tutto il mondo ci sono dubbi circa la sostenibilità di questa cooperazione, necessaria al mondo intero ma i legami che uniscono i nostri popoli devono incoraggiarci".Il programma ambientale cinese entrerà in vigore nel 2017 e imporrà in tutto il Paese un tetto sulle emissioni nonché l'acquisto di "quote di emissione" per le aziende che inquinano di più.Tra gli altri temi toccati anche i rapporti commerciali tra i due Paesi e, soprattutto, quello de i diritti umani."La democrazia e il rispetto dei diritti umani sono un obiettivo comune di tutta l'umanità - ha detto il presidente cinese, parlando con la stampa alla Casa bianca - allo stesso tempo, però, bisogna riconoscere che i diversi Paesi hanno differenti realtà e percorsi storici. Dobbiamo rispettare il diritto dei popoli di tutte le nazioni di scegliersi il proprio percorso di sviluppo".Xi Jinping ha descritto l'incontro con Obama come costruttivo e produttivo. La Cina, ha concluso, sta facendo sforzi per portare avanti riforme" di ampio respiro ed è impegnata per lo sviluppo pacifico e per la cooperazione internazionale.(Immagini Afp)