Roma,(TMNews) - La nuova ambasciatrice francese in Italia, Catherine Colonna, che ci tiene a farsi chiamare "ambasciatrice" e non "ambasciatore", come vuole il protocollo in Italia, ha dichiarato ai microfoni di Askanews di vedere degli aspetti positivi in entrambi i paesi per quanto riguarda le politiche per la donna. Da una parte la Francia, come tutti sanno, ha una politica attiva per la famiglia, che ha creato il più alto tasso di natalità in Europa, dall'altra l'Italia è un esempio da seguire per una minore disparità salariale tra uomini e donne."Ci sono delle buone cose in ognuno dei due paesi - ha spiegato l'ex portavoce della Presidenza della Repubblica sotto Jacques Chirac - Cito per la Francia le politiche per la Famiglia che è veramente una politica attiva e che aiuta le donne a fare figli e aiuta le coppie a fare i figli, il che ha permesso un tasso di natalità in Francia che da due-tre generazioni garantisce il ricambio generazionale, il che non avviene in Italia, o in Germania o in altri paesi. La cosa buona in Italia è che il livello salariale tra uomini e donne non è lo stesso, ma la differenza è molto meno importante che in Francia, dove c'è ancora una disparità del 20-25% per lo stesso lavoro, per le stesse capacità, la stessa laurea, le stesse funzioni. In Italia so che è meno, dunque l'Italia è un esempio".