Roma, (askanews) - Non le erano rimaste che le sue gattine. Sotto le macerie, Daniela, aveva perso tutto. Dopo cinque giorni dal terribile sisma ad Amatrice, il miracolo: la gattina Gioia era stata estratta viva grazie ai Vigili del Fuoco. Oggi si è verificato un altro miracolo: una squadra dei pompieri è riuscita a individuare e a trarre in salvo anche la sorella di Gioia, la gatta Carina, che, incredibilmente, ha resistito addirittura per dodici giorni.

La gattina, in condizioni di salute molto serie, è stata subito visitata da un veterinario, il medico Meir Levy dell'Enpa, l'Ente Nazionale di Protezione Animali. E poi trasferita in clinica a Rieti.

I vigili del fuoco stavano rimuovendo le macerie della casa per liberare dai detriti il centro storico di Amatrice, quando hanno trovato la micia.

E' troppo presto per stabilire se Carina ce la farà. La accompagnano i pensieri di tutti gli amanti degli animali.

"Ha bisogno di essere idratata in vena, ha bisogno di reintegrare le vitamine e i fluidi sottocute", afferma il veterinario.