Freddo, nitro, in versione cocktail. A forma di pop corn o di caviale. Con l'arrivo dell'estate, i modi di bere caffè cambiano. L'imperativo di stagione è sperimentare. La prima novità è il caffè servito alla spina, spumoso e leggero come una birra stout: alla miscela si aggiunge l'azoto e il sapore è dolce, morbido e vellutato. Tante le esplorazioni di consistenze (e forme) diverse: il caffè solido, soggetto a sferificazione per un aperitivo insolito; il pan di Spagna aromatizzato e il coffee taco sponge griffato dallo chef Albert Adrià; il cicco di caffè trasformato in salatino e snack soffiato. Non solo piacere per il palato, ma anche per naso e pelle. Sono a base di caffè le note gourmand di profumi caldi e avvolgenti per le sere d'estate. Molte spa propongo trattamenti di bellezza a base di caffè e guaranà, per le sue proprietà esfolianti e stimolanti. How to Spend it, in edicola a luglio con il Sole24Ore, esplora le mille declinazioni e metamorfosi della classica tazzina.