Gerusalemme (TMNews) - Il caso dei tre ragazzi israeliani rapiti mentre facevano l'autostop tornando da un seminario ebraico ha nuovamente alzato la tensione in Medio Oriente. Le forze aeree israeliane hanno lanciato dei raid su Rafah, nella Striscia di Gaza. Secondo fonti sanitarie palestinesi nell'operazione sarebbe rimasto ucciso un bambino di sette anni.In precedenza il premier israeliano Benjamin Netanyahu aveva accusato Hamas, e aveva chiamato in causa anche il presidente dell'Autorità palestinese, Abu Mazen. "Consideriamo Abu Mazen e il governo dell'Anp - ha detto il primo ministro - responsabili per ogni attacco a Israele che provenga dai territori sotto la loro giurisdizione".Parole molto dure, che inaspriscono il conflitto e che riducono sempre di più i margini di trattativa, già resi difficili dall'ingresso di Hamas nel governo della Anp.