Il tecnico della Juventus non vuole cali di concentrazione