Milano, (askanews) - Il Malawi è in stato di emergenza a causa della siccità. Il governo di Lilongwe ha lanciato un appello per chiedere aiuto alla comunità internazionale. I granai sono vuoti perché quest'anno la produzione di mais è stata molto scarsa. È piovuto pochissimo e gli agricoltori non sono riusciti a fare scorte."Quest' anno la pioggia è stata irregolare - racconta un'agricoltrice - il mais non è cresciuto bene. Siamo nove in famiglia, faccio appello al governo perché ci aiuti""Le prime piogge sono arrivate il 3 novembre - racconta un agricoltore. E' piovuto dal 9 al 15 dicembre. Il raccolto è stato danneggiato".Nel 2015 la produzione di mais del Malawi è diminuita del 12% rispetto al 2014 e del 33% rispetto alla media degli ultimi cinque anni. Questa crisi coinvolge anche i Paesi confinanti. E chi ha scorte, come lo Zambia, sospende le esportazioni per pensare a soddisfare il fabbisogno interno.All'appello del Malawi ha risposto il Programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite, che per ora ha messo a disposizione aiuti per 3 milioni di abitanti. Ma non l'emergenza riguarda basta a soddisfare tutta la popolazione, circa 15 milioni di abitanti.