Ginevra, (TMNews) - Peggiora la qualità dell'aria nelle grandi città del mondo. Dopo uno studio effettuato su 1.600 centri urbani di 91 Paesi, l'Organizzazione mondiale della Sanità ha lanciato l'allarme per i gravi rischi a carico della popolazione. In base a questo studio, infatti, solo il 12% degli abitanti delle città campione respira un'aria conforme alle norme sanitarie stabilite dall'Oms. Circa la metà della popolazione è invece esposta a inquinamento atmosferico, che è almeno 2,5 volte superiore ai livelli raccomandatiNon solo. L'indagine ha dimostrato che le condizioni peggiori si riscontrano nelle città dei Paesi in via di sviluppo, mentre al contrario la situazione in quelli industrializzati è in miglioramento. I livelli di polveri sottili, il noto Pm 10, ad esempio sono 20 volte superiori alla norma a Rawalpindi, in Pakistan, e 28 volte superiori a Nuova Delhi; nelle stesse città il Pm 2,5, polveri ancora più pericolose perché possono passare dai polmoni alla circolazioen sanguigna, è rispettivamente dieci e quindici volte superiore ai limiti massimi consentiti.