Roma, (askanews) - Super smog anche a Nuova Delhi. La celebre porta dell'India, simbolo di New Delhi, avvolta completamente da una coltre bianca. Non è nebbia, ma lo smog che ha raggiunto nuovi livelli record. La capitale indiana conquista il triste primato della più inquinata al mondo.I livelli di inquinamento superano di ben dieci volte quelli raccomandati dall'Organizzazione mondiale della sanità. Tanto che dal primo gennaio, il governo vuole sperimentare la circolazione a targhe alterne."Presto, la mattina, c'è molta nebbia qui. L'aria è inquinata. È per questo che il numero delle auto sulle strade si è ridotto", commenta questo venditore di té in uno dei quartieri più inquinati di New Delhi.Prime vittime: i bambini e gli anziani dei quartieri più poveri, né maschere né impianti filtranti. I giorni in cui l'aria è particolarmente irrespirabile, i bambini restano semplicemente chiusi in casa."Non mando i miei bambini a giocare al parco, ho paura che si ammalino a causa dell'inquinamento", dice questa signora che abita in una bidonville della capitale indiana.Per gli esperti, il problema è urgente ma non è solo ambientale."E' una questione di salute pubblica - spiega il dottore Arunabha Ghosh, presidente del Consiglio dell'energia, ambiente e dell'acqua - e quando è una questione di salute pubblica, l'impatto è anche sulla crescita economica. L'inquinamento dell'aria è la causa più importante della mortalità infantile in India, uccide più che la diarrea".Impianti a carbone, spazzatura bruciata e motori diesel contribuiscono tutti all'inquinamento di Dehli. Nella capitale, circa 8 milioni e mezzo di auto circolano sulle strade della città ogni giorno. Molti pensano che le targhe alterne non basteranno a sanare la situazione e saranno necessarie misure più drastiche.