Roma, (TMNews) - La FAO ha lanciato un grido d'allarme di fronte alla rapida propagazione di un fungo, noto come la malattia di Panama, che distrugge le coltivazioni di banane, un frutto consumato su scala planetaria.I paesi produttori devono intensificare la sorveglianza e la prevenzione" di questa malattia, molto potente e resistente a tutti i pesticidi, che si è già diffusa in Asia, Africa e Medio Oriente e minaccia di raggiungere i paesi dell'America latina.Il fungo TR4, che non nuoce alla commestibilità del frutto ma danneggia le coltivazioni e riduce la produzione, riesce a sopravvivere 30 anni o più nel terreno ed è in grado di divorare il nucleo vitale dei banani che non hanno difese, in particolare la varietà Cavendish che rappresenta il 95% delle banane da esportazione.La Fao è preoccupata in modo particolare per alcuni paesi in via di sviluppo dove si stima che il frutto fornisca un terzo del fabbisogno calorico giornaliero a circa 400 milioni di persone. Il valore complessivo della produzione mondiale di banane raggiunge i 31 miliardi di euro.