Parigi, (askanews) - Si aggrava la minaccia dell'Isis sull'Europa. Secondo quanto reso noto dall'Europol, l'European police office, l'agenzia di sicurezza di base all'Aja che si occupa della lotta al crimine nell'Unione europea, le milizie dello Stato islamico, dopo le stragi di Parigi, starebbero organizzando attacchi su vasta scala sul territorio europeo."Oggi l'Europol pubblica un nuovo rapporto stilato dai suoi massimi esperti e da diverse autorità nazionali riguardo a come il cosiddetto Stato islamico abbia sviluppato un nuovo stile di lotta e la capacità di sferrare un campagna su larga scala di attentati terroristici a livello globale ma con una particolare attenzione mirata sull Europa", ha dicharato Rob Wainwright, direttore di Europol.La notizia giunge pochi giorni dopo la diffusione di un video da parte delle Stato islamico i cui protagonisti sono i nove autori degli attentati di Parigi, costati la vita a 130 persone il 13 novembre scorso. Nel filmato non viene citato Salah Abdeslam, il decimo terrorista ancora in fuga. Otto membri del commando sono stati identificati, mentre non hanno ancora nome i due attentatori suicidi dello Stade de France, che avevano passaporti siriani falsi.Parlando in arabo e in francese da un luogo sconosciuto a una data imprecisata, gli autori degli attentati dichiarano che il loro messaggio di morte è rivolto a tutti i paesi che partecipano alla coalizione anti Isis guidata dagli Stati uniti, operativa dal settembre 2014 in Siria e in Iraq.Dopo la diffusione del video, il presidente francese François Hollande ha assicurato che nessuna minaccia farà venire meno la volontà di combattere il terrorismo da parte della Francia."Non ci faremo mai intimidire. Queste odiose provocazioni amplificano ancor più la nostra e la mia risoluta fermezza riguardo alle decisioni che ho assunto e confermato, non solo per proteggere la Francia ma anche per colpire duramente questa organizzazione che ci minaccia e uccide i nostri bambini" ha detto il capo di stato francese da Nuova Delhi dove si è recato per una visita ufficiale. "Quelle immagini - ha concluso Hollande - gettano ulteriore discredito sugli autori di questi crimini".(Immagini Afp)