Roma, (askanews) - E' allarme per i carnivori. Salsicce, insaccati e carni lavorate sarebbero cancerogene. Ma è pericoloso, probabilmente, anche consumare carne rossa.A mettere in guardia è l'Agenzia per la ricerca sul cancro dell'Organizzazione mondiale della sanità, che ha pubblicato la ricerca, effettuata dopo aver confrontato oltre 800 studi che collegano una dieta a base di carne con il cancro, mettendo in guardia sui rischi per chi ne fa un consumo elevato.Il consiglio quindi è a limitarsi nella nostra dieta. L'Agenzia ha classificato le carni in alcuni gruppi, e quelle lavorate, come wurstel e insaccati, comprese nel gruppo 1, sarebbero causa di tumori del colon retto, e in alcuni casi dello stomaco. Da considerare sostanze pericolose e cancerogene come ad esempio fumo e amianto. Meno evidenze, ancora, per la carne rossa, ma nella lista nera al momento sono comprese carni di maiale, manzo, vitello, agnello, montone, cavallo e capra.