Roma, (TMNews) - Balene spiaggiate sulla costa del Ghana, dove sono molto attivi i produttori di petrolio: un evento che ha sollevato le ire dei gruppi ambientalisti preoccupati per la crescita nel Paese dell'industria petrolifera. Un totale di 20 balene morte sono state scoperte negli ultimi quattro anni: di queste, almeno otto dall'inizio di settembre. La causa della morte dei mammiferi rimane un mistero. I gruppi ambientalisti si dicono preoccupati, data la vicinanza con le industrie petrolifere. "Alcuni pescatori hanno detto di aver visto delle balene morte lungo la spiaggia. Ma non sanno quando e come sia successo", racconta questo studente.La gente che vive lungo la costa vuole però sapere cosa ci sia al'origine del fenomeno e soprattutto vuole essere sicura che non ci sarà alcun impatto ambientale su di loro e sulle loro abitazioni. I gruppi ambientalisti hanno lanciato l'allarme già a settembre, quando sono state ritrovate morte cinque balene nella regione occidentale del Ghana, vicino alla capitale Accra. Il Ghana è un forte produttore di petrolio, con circa 115mila barili al giorno.Immagini: Afp