Milano (TMNews) - Chimonte (Torino) (TMNews) - "Il rigore che l'Europa ci chiede è lo stesso che noi chiediamo all'Europa. È finito il tempo in cui l'Italia è lo zimbello d'Europa". Lo ha detto il ministro dei Trasporti, Maurizio Lupi, a margine della sua visita al cantiere per la Torino-Lione di Chiomonte, commentando il severo giudizio di ieri dell'Europa al nostro Paese. "Sono un europeista convinto - ha precisato il ministro - riceviamo gli stimoli giusti che arrivano dalla Ue e se dovremo correre di più correremo, ma è finito il tempo in cui l'Italia è lo zimbello d'Europa".Lupi ha sollecitato poi la Ue a usare "gli stessi metri e gli stessi parametri per tutti i paesi europei". E, a proposito di Alitalia, ha aggiunto: "L'Europa, ad esempio, deve impedire che gli interessi di una compagnia di bandiera come Lufthansa possano pensare di bloccare il libero mercato e la possibilità per l'Italia di rilanciare il proprio trasporto aereo e la propria compagnia di bandiera". A proposito dell'accordo con Etihad, l'auspicio di Lupi è stato: "Ci sia lo stesso rigore e lo stesso richiamo alla Germania e a Lufthansa, perché non si capisce la ragione per cui Etihad quando compra Air Berlin non è tacciata di aiuti di stato".