Firenze, (TMNews) - Se ne è andato Alfredo Martini, a 93 anni ha lasciato il ciclismo azzurro di cui è stato commissario tecnico negli anni d'oro, quelli dei trionfi di Francesco Moser, Beppe Saronni, Moreno Argentin, Maurizio Fondriest e, per due volte, Gianni Bugno.Ma anche l'uomo che aveva combattuto nella seconda guerra mondiale, partigiano in Toscana. Con commozione lo ricorda l'attuale commissario della nazionale Davide Cassani:"Il ricordo è l'ultimo, abbiamo visto insieme la fine del Tour de France a casa sua, sono venuto qui, ci siamo visti insieme la tappa, è stata l'ultima volta che l'ho visto e gli ho parlato, abbiamo condiviso un'emozione straordinaria, quella di Nibali vincitore del Tour"La camera ardente di Martini è nella sala consiliare del Comune di Sesto Fiorentino, la sua città.