Roma, (askanews) - "Nessun paese è al sicuro completamente dal rischio di un attacco terroristico. Non esiste il livello zero di rischio, ma c'è la possibilità di agire sul coefficiente di rischio per ridurne dimensione e capacità". Lo ha ribadito il ministro dell'Interno Angelino Alfano riferendo alla Camera su quanto accaduto in Francia."L'elevazione del rischio non corrisponde a segnali ritenuti indicativi di specifiche iniziative in Italia in concomitanza con quanto accaduto a Parigi". In ogni caso, nel nostro paese le attività di prevenzione "sono dispiegate in massimo grado" il che vuol dire "attenzione ancora più elevata alle attività di controllo negli scali aeroportuali e ferroviari e intensificata vigilanza su treni da e per la Francia".