Washington D.C., (askanews) - Gli Stati Uniti e l'Italia accelerano sullo scambio di informazioni e dati biometrici nella lotta contro il terrorismo. Da Washington, il ministro dell'Interno Angelino Alfano ha spiegato che tra le due nazioni c'è la volontà di una "cooperazione che sia sempre più proficua in alcuni ambiti tra cui il contrasto al terrorismo internazionale, alla cyber-criminalità e la questione delicata dello scambio di informazioni".Roma e Washington stanno "lavorando a una piattaforma comuneanche con gli Stati Uniti per uno scambio di informazioni deidati biometrici per quanto riguarda i migranti perché lesegnalazioni che facciamo o riceviamo sono state spesso la chiave di volta di un rapporto di grande e operativa collaborazione che vogliamo rafforzare ulteriormente."Accompagnato dall'ambasciatore italiano in Usa, ArmandoVarricchio, Alfano ha incontrato oggi Jeh Johnson, il segretariodel dipartimento americano per la Sicurezza nazionale, e LorettaLynch, segretario alla Giustizia. A loro "abbiamo fattol'esempio che da noi la registrazione delle impronte digitalifunziona ormai al 100%", ha aggiunto il ministro definendo"eccellente" la collaborazione con gli Stati Uniti così come"l'accoglienza delle nostre proposte. Noi siamo dell'idea dirafforzare sempre di più la collaborazione tra l'intera Unioneeuropea e gli Stati Uniti".