Firenze, (askanews) - Sono 26 le persone di religione islamica espulse dall'Italia perché sospettate di radicalismo e ineggiamento alla violenza. E' il bilancio del ministrodell'Interno, Angelino Alfano, intervenuto al convegno "Italia 2015: il Paese nell'anno dell'Expo" in corso a Palazzo vecchio. "Ieri ho espulso l'imam di Lucca per evitare che continuasse la sua opera di ineggiamento all'odio" ha ricordato Alfano precisando che, a suo parere, quella delle espulsione deve essere la "strategia fondamentale" da accompagnare con il "dialogo intereligioso.