Albano Laziale (TMNews) - Calci al carro funebre, urla e centinaia di persone in strada in segno di protesta. E' scoppiato il caos ad Albano Laziale all'arrivo della salma di Erich Priebke, l'ex capitano nazista delle SS che ha guidato l'eccidio delle Fosse Ardeatine. La protesta è nata spontanea contro la decisione della congregazione dei lefebvriani di celebrare le esequie. A guidare il fronte del no il sindaco Nicola Marini che aveva provato ad impedire il passaggio della bara sul territorio con un'ordinanza poi annullata dal prefetto."E' una questione di simboli e di rispetto della città e di quello che ha fatto in termini di lotta al nazismo - ha detto - e del sacrificio di sangue di chi è morto su questi territori per combattere l'occupazione nazista".Il caos nella cittadina è andato avanti fino a tarda notte. Il prefetto ha negato l'ingresso alla cappella ad alcune persone estranee alla stretta cerchia di parenti e conoscenti diretti e la celebrazione è stata sospesa.